Museo delle Acque di Crespino

Aperto tutte le domeniche dalle 15:30 alle 18:30 e la prima domenica del mese anche dalle 9:30 alle 12:30.

Aperto anche su prenotazione per gruppi adulti e scuole.
Costi:
INTERO 3€ – da 19 a 64 anni
RIDOTTO 1,50€ – da 7 a 18 anni, over 65
GRATUITO Residenti a Crespino, bambini fino a 6 anni, portatori di handicap e il loro accompagnatore, giornalisti con tesserino.
Il Museo offre sul momento un accompagnamento per qualsiasi visitatore lo richiedesse. Per i gruppi offre visite guidate su richiesta.

DESCRIZIONE:
Il “Museo delle Acque”, inaugurato nel 2004, sorge a Crespino, paese conosciuto per il mito di Fetonte. Questo luogo vive in simbiosi con il fiume Po che ha da sempre rappresentato la principale fonte di sostentamento per i suoi abitanti, insieme all’agricoltura. Attraverso una serie di reperti, il Museo racconta come si svolgevano le attività quotidiane lungo i corsi d’acqua, dalla pesca al lavoro dei mulini natanti, dalla prevenzione nei periodi di piena del fiume, alle ricostruzioni dopo l’alluvione del 1951.

PERCORSI SCUOLE

Visite guidate e relativi laboratori
• “Acqua, Sapone e Regali dal fiume”: indirizzato alla scuola dell’infanzia e alle classi I e II della scuola primaria.
Visita guidata animata. Ad accompagnare i piccoli in visita, un operatore nelle vesti di un tipico personaggio del fiume, la lavandaia. Verranno raccontati loro lo scorrere della vita sulla riva e le figure che la popolavano, attraverso una fiaba ideata per l’occasione. Sarà cura dell’operatore spiegare anche quali oggetti il fiume lasciava in passato lungo le sue sponde e ciò che invece deposita ora, al fine di sensibilizzare i bambini riguardo al problema dei rifiuti.
Laboratorio consigliato: creazione di “pesci fantastici” mediante l’utilizzo di materiali naturali raccolti lungo il Po (rami, foglie, conchiglie, sabbia) e oggetti di rifiuto (bottiglie, tappi, plastica in generale).

• “Naufraghi del fiume”: indirizzato alla scuola primaria e secondaria di primo grado.
Storia di un naufragio lungo il Po. Un gruppo di corsari abituati alle scorribande sui mari, giungono alla foce del Po e incuriositi decidono di risalirlo. Un imprevisto li condurrà ad un “piacevole” naufragio che li porterà alla scoperta di nuovi luoghi e affascinanti personaggi. Sarà cura dell’operatore approfondire le differenze fra la vita legata al fiume e quella del mare.
Laboratorio consigliato: una bottiglia da “regalare” al fiume, chiusa con un “tipico nodo”. All’interno un personale messaggio. Cosa scriveremmo se un giorno naufragassimo lungo il Po? Una semplice richiesta d’aiuto o un breve racconto di ciò che abbiamo scoperto?

• “Acqua, Terra, Aria e Fuoco”: indirizzato alla scuola secondaria di primo e secondo grado.
Visita guidata con particolare riferimento alle attività produttive che sorgevano lungo il Po e che sfruttavano le materie prime e la forza da esso offerte, simbolicamente rappresentate dai quattro elementi riportati nel titolo. Esempi ne sono le fornaci produttrici di mattoni partendo da una materia prima fondamentale che il fiume offre, l’ argilla e i mulini natanti dai quali si ricavava la farina.
Laboratorio consigliato: realizzazione di mattoni-formelle tipici, in argilla, recanti il timbro del Museo ed una successiva decorazione a piacere con soggetti legati all’acqua.

Le attività sopra elencate verranno arricchite in corso d’opera con filastrocche e detti popolari locali, al fine di tenere viva la tradizione nella mente dei giovani. In più, momenti sensoriali saranno dedicati ad un accattivante apprendimento della flora e fauna che popolano la zona in questione.
NOTE: I percorsi guidati e i laboratori proposti possono essere diversamente combinati o modificati a piacimento. La visita guidata o animata non prevede necessariamente un laboratorio a conclusione. Verranno accolte e seguite eventuali necessità degli insegnanti.